martedì 4 dicembre 2012

un altro anno è passato


l'ho messo in cascina, compiuto.
Arrivata a questa età, non ci faccio più molto caso ai compleanni, ma questo è stato davvero bello.
Grazie a mia figlia Serena, che ha voluto fermamente che io mi facessi festeggiare e coccolare senza mettermi a spignattare per tutta la famiglia. Ci ha pensato lei, ha riunito tutta  la famiglia al gran completo  e devo dire che è stata proprio una bellissima giornata, serena,  piena di calore e affetto.

Però....almeno lasciami preparare i dolci  le avevo detto.
Questo me lo ha concesso....
Mica facile stavolta..   mia sorella è reduce da grossi problemi di intolleranza, e sta facendo tutte le ricerche mentre la sua dieta è estremamente limitata e rigorosa,  mia figlia più piccola sta ancora allattando e certi alimenti un po' troppo grassi, tipo panna,   danno problemi al piccolo di casa, tutti gli altri invece, chi più, chi meno,  amano i dolci cremosi...

ho risolto così

Per mia figlia Chiara,  che va matta per il banana bread, ho voluto  sperimentare  questa ricetta di Laurel Evans che mi ha dato Elisabetta, una cara amica coquinaria...






Banana Bread  di Laurel Evans

ve la riporto come me l'ha scritta Elisabetta


250 gr  farina
150 gr  zucchero
Un cucchiaino di bicarbonato di sodio
Mezzo cucchiaino di sale
100 gr noci tostate oppure 150 gocce di cioccolato
Mezzo cucchiaino di cannella
Mezzo cucchiaino di noce moscata
380 gr di polpa di banane mature
75 gr yogurt
2 uova grandi, leggermente sbattute
85 gr burro fuso e fatto raffreddare
Mezza tazzina di caffè espresso

Scaldare il forno a 190°. Mescolare i primi 7 ingredienti e mettere da parte.
Mescolare con un cucchiaio di legno in una ciotola le banane, lo yogurt, le uova, il burro ed il caffè.
Incorporare il composto di banana agli ingredienti secchi fino a che il composto è denso ma non omogeneo.. Non mescolare troppo. Versare in uno stampo da plum cake (o ricoperto di carta forno oppure imburrato). Cuocere per circa 55’, vale la prova stecchino.. Fare raffreddare nello stampo per 5’ e poi trasferire su una griglia. Servire tiepido o a temperatura ambiente.











le mie considerazioni:
a differenza della mia solita ricetta, la banana si sente poco, prevalgono di più noci e spezie, e aumenterei lo zucchero.
Da rifare in ogni caso.



Pensando a mia sorella, mi piaceva che  potesse avere anche lei  una fetta di dolce a fine pasto per cui scartabellando fra le millemila ricette che ho in archivio, ho optato per  una crostata  di mele con la frolla all'olio....




Crostata di mele con frolla all'olio

160 g di zucchero di canna
500 gr farina
1 cucchiaino da caffè di lievito (ho usato il Baking)
160 ml olio delicato (ho usato metà del Garda e metà di riso)
1 bicchierino di liquore (ho usato Amaretto)
3 uova
un pizzico  di cannella
un pizzico di sale

per la farcia e la copertura:
6 mele Golden 
150 gr zucchero di canna
poco succo di limone
un pizzico di cannella
3 amaretti morbidi
poca gelatina di albicocche per lucidare
qualche goccia di essenza di vaniglia

Per prima cosa frullare le uova versando l'olio pian piano come per la maionese, dovrà risultare un composto cremoso e fluido.
Se lo zucchero di canna fosse troppo granuloso, frullare bene anche quello, per assottigliarlo il più possibile.
Setacciare la farina, mescolarla con  il lievito, lo zucchero, la cannella e un goccio di essenza di vaniglia.
Mescolare bene, io lo faccio nell'impastatore. Aggiungere le uova frullate, il liquore e mescolare con la foglia fino a che il composto fa una palla.
Raccoglierla e lasciarla riposare in frigorifero per oltre mezz'ora, dopodichè stenderla nella tortiera prescelta, imburrata e infarinata.
Mente la pasta si raffredda, preparare la composta di mele. Sbucciarne tre  e ridurle a tocchetti, riunirle in una piccola casseruola, aggiungere lo zucchero e la cannella e cuocere fino a che sono perfettamente cotte, dopodichè dare una frullata per ridurle a crema, e unire gli amaretti sbriciolati.
Riprendere la frolla già stesa, bucherellarla con una forchetta,stendervi la composta di mele e coprirla con il resto delle mele sbucciate e affettate.
 Cospargere con un poco di zucchero e cuocere in forno per circa 40 minuti,  o poco meno, dipende dal forno.


Scaldare un poco di gelatina di albicocche con un goccio di Amaretto, e con un pennello, a caldo, lucidare le mele.
per tutti gli altri il tiramisù di nocciole, metto una vecchia foto, giusto per dare l'idea...


Tiramisu  nocciole e caffè

5 tuorli
5 cucchiai di zucchero
500 gr mascarpone
250 gr pasta di nocciole
5 cucchiai liquore alle nocciole,  il Frangelico
300 gr panna fresca
savoiardi
caffè q.b.
cacao amaro per spolverare

 in un bagnomaria a caldo, montare i tuorli con lo zucchero, finchè raggiungono la temperatura di 85° in modo da essere pastorizzati.  Togliere dal fuoco e aggiungere i 5 cucchiai di Frangelico e la pasta di nocciole. La crema tenderà ad indurirsi, ma è normale. Tornerà fluida una volta aggiunto il mascarpone.
Lasciar raffreddare. Una volta che la crema è completamente fredda, aggiungere il mascarpone, mescolare bene con la frusta elettrica in modo da avere una crema perfettamente liscia e omogenea.
Montare la panna ben ferma e con l'uso di una spatola, incorporarla con pazienza alla crema.
Poi procedere  a strati nel solito modo, inzuppando i savoiardi nel caffè leggermente zuccherato e profumato con un goccio di Frangelico, strizzandoli leggermente affinchè siano completamente bagnati ma senza che possano poi rilasciare liquido.
Tenere in frigo e spolverare di cacao al momento di servire.


Davvero una giornata da incorniciare, per molti motivi......e mi hanno fatto pure spegnere le candeline!.
Ho chiesto aiuto alla mia Alice, mentre Valerio è ancora troppo piccolo per aiutarmi a soffiare..


e poi ho ricevuto anche due regali inaspettati, e li ho graditi  moltissimo.
Due amiche blogger hanno pensato a me e al mio blog per un premio.
Due premi molto ravvicinati,  proprio in concomitanza col  mio compleanno, un bellissimo regalo. 
Grazie a Clara del blog  Clarapasticcia  il premio Dardos



 e provvedo subito a condividerlo, dedicandolo a questi bellissimi blogs che cito in ordine sparso:



 e grazie a Monica de Il pappamondo  il premio  The Versatile Blogger


che giro con molto piacere a questi blogs, altrettanto in ordine sparso:




approfitto per ringraziare anche qui  tutti gli amici e le amiche che mi hanno telefonato, scritto, mandato SMS....

Grazie dal più profondo del mio cuore.




18 commenti:

  1. Auguri per il compleanno trascorso, congratulazioni per i bei premi ricevuti e GRAZIE!! Sono tre meravigliose ricette, mi sono però subito stampata il tiramisù alla nocciola, per me è una vera novità!

    RispondiElimina
  2. Tanti auguri a te, tanti auguri a te!! Buon compleanno Giuliana!
    Avrei fatto lo stesso al tuo posto, più dolci per accontentare a tutti ed è anche giusto se ci tieni ai tuoi ospiti. Brava!
    Ti mando un abbraccio e ti auguro tante cose buone, tanta salute e tanta ispirazione in cucina!

    RispondiElimina
  3. Giuliana!!!!! Intanto ancora auguri!! Poi i dolci sono molto belli, semplici e golosi ;D Conosco quel banana bread e non vedo l'ora che le banane diventino molto mature per farlo :DD Grazie per il premio, un abbraccio.
    P.S: A proposito, hai ancora Terra degli ulivi nella lista blog... toglilo che me l'hanno rubato!!

    RispondiElimina
  4. Carissima Giuliana, ti faccio i miei più grandi auguri di buon compleanno! Come potevano tenerti lontana dalla cucina... Impossibile! Queste ricette sono tutte da rifare, splendide :D
    Ti ringrazio di cuore per avermi pensata per il premio, sei stata tanto cara; un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
  5. Auguri! dolci molto golosi .

    RispondiElimina
  6. Tantissimi auguri Giuliana!!! Questi dolci sono uno meglio dell'altro!!:) buona serata!

    RispondiElimina
  7. Eccomi eccomi AUGURI AUGURI AGURI Giuliana!! che bel compleanno!!! sì sì sì i compleanni pieni di affetti e di coccole sono quelli che ti regalano le soddisfazioni e le gioie migliori! Stare insieme, tutti insieme perchè si HA VOGLIa ed è un piacere donar gioia a chi ami! E' questo che traspare da ltuo post...anche tu hai regalato gioia ai tuoi cari... non solo con queste delizise deliziose che mi segno perchè sono uno più buono dell'altro (bellissima la ricetta del banan bread e molto utili le tue considerazioni; le crostate di mele e cmq i dolci con le mel sono i miei talloni d'achille, potrei farci antipasto, primo e secondo...poi con la frolla all'olio... e il tiramisù, con quello mi hai definitivamente stesa!!!!)
    ma altresì hai mostrato una sensibilità e una dolcezza nei loro riguardi che mi ha commossa. Auguri carissima Giuliana!! sinceri dal cuore :) Clara

    RispondiElimina
  8. mi inchino, una volta di più

    RispondiElimina
  9. In ritardo ma...Auguri!! E complimenti come sempre:)

    RispondiElimina
  10. Giuli è impossibile tenerti lontana dalla tua cucina!!!
    Quei dolci mi piacciono tanto, specialmente la frolla all'olio te la copierò presto...ormai qui bisogna adattarsi ad una cucina superdietetica...
    Grazie per il premio che vado a condividere...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Tanti auguri in ritardo Giuliana! Il secondo dolce te lo copio di sicuro, mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  12. Sempre più grande Giuliana, sei inarrivabile!!!

    RispondiElimina
  13. Carissima Giuliana, che distrattona che sono!!!! Non mi ero resa conto del tuo compleanno...ma ora, non lo dimenticherò più visto che è lo stesso giorno di quello del mio papà!!!!! Anche se in ritardo voglio comunque farti i miei auguri!!! Un caro abbraccio, a presto!!!!!

    RispondiElimina
  14. Cara Giuliana ho scoperto da poco il Tuo blog e ne sono rimasta folgorata. Sono appassionata di cucina, saprattutto di dolci, ma non ho molta esperienza. Leggo sempre le Tue ricette e ho provato a rifarle alcune più facili e devo dire che sono piaciute molto in famiglia. Mi piacerebbe molto provare a fare il "tiramisù alla nocciola e caffè" ma non so dove trovare la pasta di nocciole o se c'è un modo per farla in casa. Vorrei un tuo consiglio anche per fare la pasta di altra frutta secca come le mandorle ad esempio. Volevo chiederTi inoltre un altro consiglio a proposito della ricetta del "Dolce Dumont", se il mascarpone si può montare con le fruste elettriche. Io ci ho provato ma si è decisamente rovinato. Non si può fare e se sì dove ho sbagliato.
    Attendo una Tua risposta, per favore al più presto, perché vorrei rifare queste ricette in breve. Ti ringrazio in anticipo, ciao, Isabella.

    RispondiElimina
  15. ciao Isabella, intanto grazie per la fiducia, e per la stima.
    La pasta di nocciole la trovi in ogni supermercato della catena NaturaSì, già pronta per l'uso. Altrimenti, se hai il Bimby, puoi tritarla con quello, ma non ti verrà comunque perfettamente liscia come quella che trovi al NaturaSì Non so dove abiti, se hai la possibolità di trovare questi supermercati, per cui se hai problemi contattami che sarò felice di procurartela e spedirtela. Per quanto riguarda il mascarpone, mi sembra strano che non si possa montare con le fruste. Io lo sgocciolo, lo metto in una terrina, lo lavoro un poco col cucchiao di legno o con una spatola, giusto per ammorbidirlo un pochino, poi aggiungo lo zucchero e parto con le fruste elettriche prima piano poi aumento la velocita finchè ottengo una crema liscia e soffice. Se preferisci puoi montarlo con una normale frusta a mano, e solo dopo che l'hai un po' ammorbidito puoi usare la frusta elettrica. Riprova e vedrai che funzionerà. Fammi sapere. Un caro saluto
    Giuliana

    RispondiElimina
  16. per quanto riguarda la pasta di frutta secca, credo che anche se usi un frullatore molto valido, difficilmente otterrai un buon risultato. Bisognerebbe avere un cutter professionale, perchè nemmeno col Bimby avrai una pasta perfettamente liscia..

    RispondiElimina
  17. Ciao Giuliana, Ti ringrazio infinitamente dei consigli che mi hai dato e della sollecitudine con cui hai risposto.
    Ho contattato telefonicamente un supermercato della catena NaturaSì più vicino a me per sapere se aveva la pasta di nocciole e la persona con cui ho parlato mi ha detto di avere la crema di nocciole che a suo parere è la stessa cosa. Vorrei sapere, per cortesia, se tutto questo è giusto, così posso organizzarmi per andare a comprarla, il negozio non è proprio così vicino.
    Ti ringrazio in anticipo, ciao, Isabella.

    RispondiElimina
  18. ciao Isabella, la pasta di nocciole è diversa dalla crema di nocciole, perchè la prima è fatta solo di nocciole tostate e poi frullate, come questa:

    http://shop.naturasi.it/crema-di-nocciole-tostate-nocciola-damiano.html

    mentre la crema di nocciole contiene anche zucchero e grassi, che è quella tipo nutella per intenderci.ò

    http://shop.naturasi.it/crema-samba-nocciole.html


    ho visto che si può ordinare online, forse il negozio vicino a casa tua non la tiene, non tutti i loro supermercati hanno gli stessi prodotti, può essere che nella tua zona la pasta di nocciole non sia richiesta e allora non la tengono.

    Puoi comunque ordinare online, così ti eviti strade a vuoto...
    Fammi sapere! Cari saluti
    Giuli

    RispondiElimina