martedì 24 aprile 2012

in un giorno d'aprile


ti guardo dormire angelo mio, indifeso e dolcissimo fra le braccia di tua madre, tenera e felice come se ti avesse sempre avuto accanto.
Guardo Alice, che ti osserva con le lacrime agli occhi dalla commozione, lei ancora così piccola eppure già così grande.
Vi guardo e i pensieri corrono, scendono al cuore, lo riempiono di domande, di cose da dirvi, di cose da lasciarvi..
oggi voi due, piccoli miei, mi dite quanto vivere sia il più grande privilegio. Non importa se il mondo sembra senza luce, pieno di dolore e di sconfitte. Respirare, amare il sole e camminare insieme a voi  sarà più facile.

Sai piccolo, nonni e nipoti hanno un posto tutto loro, dove parlare e condividere tanti piccoli segreti, e lì tu e tua cugina mi troverete sempre, ogni volta che ne sentirete il bisogno.

Se vorrete, vi insegnerò ad inseguire le vostre emozioni, come si fa con gli aquiloni che inseguono il vento.
Vi insegnerò a riempire la vita di fantasia, e a non temere il buio solo perché è l'ignoto. 
Vi insegnerò a usare i sensi e la mente per scoprire il mondo.
Vi insegnerò che non bisogna lasciarsi prendere dalla superficialità e dall'egoismo, siate sempre generosi e aiutate chi è più sfortunato senza aspettarvi nulla..
Vi insegnerò a credere nelle vostre idee e a lottare per esse e a guardare al mondo con mente aperta, nei valori di libertà e uguaglianza.
Vi insegnerò che non bisogna accontentarsi delle risposte che sembrano più facili, non sempre sono le più giuste, coltivate invece il dubbio, non la certezza.
Guardatevi bene intorno, ci sono cose che pochi sanno vedere, pensate con la vostra testa e non abbiate paura di non pensarla come gli altri, non giudicateli da come appaiono, cercate invece di scoprire come veramente sono.
Vi racconterò che amerete e soffrirete, ma non dovrete temere né l'una né l'altra cosa.

Avrei voluto consegnarvi un mondo migliore di quello che ho trovato, più giusto e più pulito...ma se vorrete, io vi accompagnerò, finché potrò,  in questo viaggio appena cominciato...
io sono le vostre radici e voi  siete  il il mio futuro, vi consegnerò tutti  i miei ricordi, perché li facciate vivere in voi senza lasciarli spegnere.
E non dimenticate mai, neppure per un istante, quanto vi voglio bene. Indossate il mio amore come una calda coperta nelle notti d'inverno e come un velo di tulle leggero nelle sere d'estate.

Io vi guardo, piccoli miei, e sorrido...

















17 commenti:

  1. un tenero e generoso benvenuto
    brava Giuli

    un abbraccio a voi tutti nonni e nipotini
    Fabi

    RispondiElimina
  2. mi hai fatto commuovere Giuli,questa creatura imparerà presto a conoscere la sua splendida nonna e la vita gli sorriderà davvero! un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  3. Auguri, cara Giuliana, a te e a tua figlia. Complimneti per quello che hai scritto. Serena vita.
    Erika

    RispondiElimina
  4. non so trovare commenti adeguati, soltanto un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
  5. Giuliana, troppo emozionante quello che hai scritto, Alice e Valerio, sono ancora troppo piccoli per capire il grande privilegio di avere come nonna una persona speciale come te.
    tvb

    Manu/Pap

    RispondiElimina
  6. grazie a tutti voi che condividete con me questa grande gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue emozioni attraversano anche chi le legge. Anche nella nostra famiglia è sbocciato un fiorellino nuovo. Mi lascio cullare (verbo assai indovinato dato l'argomento) dalle tue bellissime scelte musicali

      Elimina
  7. ancora auguri per questa nuova vita nella vostra famiglia!

    RispondiElimina
  8. Giuli...tutto il bene e l'amore che hai da dare sono il vero bene prezioso!

    RispondiElimina
  9. ecco perché la tua cucina è così calda e avvolgente... perché cucini come senti...

    :*
    roberta

    RispondiElimina
  10. "Io sono le vostre radici e voi siete il il mio futuro" .Che parole stupende, Giuliana. Vi faccio gli auguri più belli di tanta serenità e lunga vita.
    Eugenia

    RispondiElimina
  11. belle parole, bimbi fortunati....

    RispondiElimina
  12. Grazie per condividere la tua gioia cara Giuliana...e per le belle emozioni che le tue parole mi hanno regalato.
    Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  13. Cara Giuliana, ti ho scoperta tra i blogs che segue Pinella e questo post mi ha commossa. Hai espresso in parole quello che mia madre è stata per i miei primi due figli e quello che manca alla più piccola che non ha avuto la fortuna di conoscerla.
    Spero un giorno di poter pensare anch'io quello che tu hai scritto guardando con amore dei nipotini. Ti seguirò con piacere, a presto
    Resy

    RispondiElimina
  14. Che meravigliose parole. Che Rivelano una straordinaria sensibilità Ma non ne avevo certo dubbi. Seguiremo questo bimbo che in un certo senso è anche "nostro"...

    RispondiElimina
  15. Parole che toccano il cuore!

    RispondiElimina