giovedì 22 agosto 2013

la cucina è aperta...

ma non è mai stata chiusa, praticamente si era solo trasferita nella casa friulana, dove l'ho condivisa con mia sorella, ottima cuoca anche lei..
Dopo questi pochi giorni di quasi vacanza riprendo  le mie pentole e le mie  padelle e ricomincio con una ricetta di pesce. 
Un primo piatto un po' particolare, che mi è balenato in testa comprando il pesce spada..
Non è un pesce che amo particolarmente, lo preparo per mio marito che lo adora cucinato in ogni modo, ma io lo trovo sempre un poco stopposo, asciutto,  e pur avendo sperimentato tantissimi modi di cottura, non ce n'è uno che mi soddisfi. Così ho pensato a una preparazione che lo lasciasse morbido, e che,  per una volta,  piacesse anche a me.


Fagottini di spada e melanzane, crema di burrata e bottarga




per il ripieno:

1 bella melanzana tonda
1 grossa fetta di pesce spada
sale, pepe, 
origano fresco o basilico
2  spicchi d'aglio
olio e..v.
poco vino bianco
poco parmigiano

per le crespelle:

1 uovo intero
farina
latte
poco burro fuso
sale

per accompagnare:

1 piccola burrata
poca bottarga in polvere
rametti di rosmarino
 


per le crespelle io vado a occhio e preparo la pastella sbattendo l'uovo a cui aggiungo  poco latte alla volta e poi la farina pian piano finchè la pastella mi sembra della consistenza giusta. Una volta pronta, la regolo di sale, faccio fondere una noce abbondante di burro e una volta intiepidito, lo aggiungo.
Poi la lascio riposare una mezzoretta, passata la quale, preparo le crespelle con una pentola antiaderente leggermente unta e ben calda.
Preparate le crespelle le tengo da parte, in caldo stavolta.

Per il ripieno:

Pulire il pescespada dalla pelle o da eventuale spina centrale.
Sbucciare  la melanzana e tagliarla a tocchetti.
in due padelle separate, scaldare dell'oliio d'oliva buono, aggiungere uno spicchio d'aglio in entrambe.
In una mettere i tocchetti di melanzana e nell'altra la fetta di pesce spada.
Rosolare lo spada da tutti i lati, salando e pepando,  aggiungendo dell'origano possibilmente fresco,  quindi sfumare con un goccio di vino bianco e lasciarlo cuocere completamente. Tenere da parte una volta pronto.
Cuocere le melanzane a fuoco vivo, aggiungendo anche qui dell'origano, o del basilico, come preferite.
Sono pronte quando tendono a disfarsi.
Scolare le melanzane da olio in eccesso, tagliare la fetta di spada a tocchetti.
Su un tagliere tritare grossolanamente  a coltello melanzana e spada insieme.


Riunire il tutto in una terrina e aggiungere un paio di cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato, regolare di sale.

Se il tutto si fosse raffreddato troppo, scaldarlo di nuovo per qualche minuto in microonde.
 
Riprendere le crespelle, riempirle  velocemente col composto di spada e melanzane e avvolgerle a fagottino, fermando la chiusura con un rametto di rosmarino.

Frullare la burrata a crema, versarne un poco nei piatti e adagiarvi sopra i fagottini, spolverare leggermente con la bottarge e voilà. 
Fine dei giochi.


Credo che si possa usare anche della pasta fresca, previa cottura naturalmente, per fare il fagottino.

Io non avevo nè il tempo nè la voglia di mettermi a fare la pasta solo per noi due, e ho optato per le crespelle.
Le ho trovate davvero buone, un ottimo metodo per farmi piacere il pesce spada....

 






 
 

8 commenti:

  1. Ottimo piatto brava buona serata

    RispondiElimina
  2. bentornata alla vita normale,l'aria friulana ti ha fatto bene, hai avuto un'idea geniale! un abbraccio forte

    RispondiElimina
  3. Ciao! Piacere di conoscerti sono paola del blog cookingedintorni.blogspot.it, sono passata qui per caso e ho deciso di diventare una tua lettrice. Questo piatto mi sembra molto gustoso, complimenti e a presto!

    RispondiElimina
  4. bellissime le crespelle e ottimo il ripieno.
    brava.
    inco

    RispondiElimina
  5. Bentornata, le crespelle sembrano fantastiche, che chef!!! complimenti, a presto ...

    RispondiElimina
  6. Hai fantasia e maestria inesauribili cara Giuli!
    Un bacione

    RispondiElimina