domenica 16 febbraio 2014

cena di compleanno

gli anni si ricorrono troppo velocemente, mi sembra l'altro ieri che abbiamo festeggiato mio marito, eppure siamo di nuovo qui.
Stavolta una bella cifra tonda, un traguardo raggiunto nonostante tutto. Nonostante i capelli ingrigiti, i dolori articolari e la brontolite acuta , è sempre lui, il mio ragazzo dalla battuta pronta, dalla pungente ironia e dal sorriso contagioso.
Festeggiare fuori? Non ne aveva voglia. Allora gli ho fatto sfregare la lampada ed esprimere 4 desideri su quello che voleva  gli preparassi...
Alla fine, non ci sarebbe stato nemmeno bisogno della lampada, sapevo già cosa avrebbe scelto...




 Paté di fagiano e mele caramellate


1 piccolo fagiano
1 cipolla
1 carota
2 piccole costole di sedano, quelle centrali
1cucchiaino bacche di ginepro
1 bella foglia di alloro
2 foglie di salvia
180 gr burro
1 bicchierino abbondante  di Cognac
poco olio
sale, pepe


per le mele caramellate:

2 mele Stark Delicious
una noce di burro
2 cucchiai zucchero


Pulire bene il fagiano, lasciandolo intero.
In una casseruola mettere un goccio d'olio e le verdure tagliate a tocchi non troppo piccoli.
aggiungere il fagiano,  e farlo insaporire  da tutti i lati, aggiungere l'alloro, la salvia , le bacche di ginepro, sfumare con il bicchierino di Cognac e lasciar evaporare. Unire un goccio d'acqua e coprire la casseruola abbassando il fuoco.
Portare a cottura pian piano, aggiungendo del liquido se si asciugasse troppo e rigirando ogni tanto il fagiano.
Una volta cotto, lasciarlo intiepidire, quindi eliminarne la pelle e disossarlo con attenzione, evitando che scaglie di osso, e  anche eventuali  pallini da caccia (ne ho trovati parecchi) , finiscano nel tritatutto.
Passare la carne ottenuta nel tritatutto insieme a qualche cucchiaiata del fondo di cottura filtrato. Tritare bene il tutto e quando è abbastanza omogeneo, aggiungere il burro a pezzetti e continuare a tritare finchè il paté è liscio. Anche se non è perfettamente liscio non importa, è un paté abbastanza rustico.
Questa operazione l'ho fatta nel Bimby che è  l'aiuto perfetto per questo tipo di preparazioni!

Foderare uno stampo a piacere con la pellicola, versarvi il paté, livellare bene e sbattere leggermente in modo che si assesti senza lasciare vuoti o bolle d'aria.
Coprire bene con dell'altra pellicola e conservare in frigorifero fino al momento di servire.

Preparare le mele caramellate.
Affettarle non troppo sottili, in una padella antiaderente sciogliere una noce abbondante di burro insieme allo zucchero, aggiungere le mele e lasciarle cuocere mescolandole molto spesso, finchè cominciano a caramellarsi.

Servire il paté con crostini di pane tostato e le mele caramellate







 
Lasagnette al ragù bianco


Per il ragù bianco:

750 gr carne tritata di manzo
250 gr salsiccia dolce
1 carota
1 grossa cipolla
2 costole di sedano
2 chiodi di garofano
1 pezzetto di cannella
1 cucchiaino di bacche di ginepro
1 rametto di rosmarino
1 ciuffo di salvia
1 foglia di alloro
1 bicchiere di vino bianco
sale, pepe
olio e.v. e una noce di burro

poco parmigiano grattugiato

sfoglie da lasagna fresche
(calcolarne due a testa)


Tritare insieme sedano carota e cipolla. In una capiente casseruola fondere il burro con l'olio e aggiungere il trito, lasciar insaporire quindi aggiungere la carne tritata e la salsiccia spellata e sbriciolata. Profumare con le erbe e le spezie, sale e una generosa macinata di pepe nero.
Lasciar rosolare bene il tutto, la carne deve "soffrire" un pochino....
Sfumare con il vino bianco, lasciar evaporare poi coprire la casseruola e portare a cottura a fuoco dolce, aggiugendo del brodo caldo o dell'acqua calda se si asciugasse troppo e mescolando spesso.
Lasciatelo pippiare per almeno un'ora e anche più.

Cuocere le lasagnette due alla volta in una larga pentola che le possa contentere intere.
Io uso una piccola lasagnera, molto comoda in questo caso.
Scolarle man mano su un canovaccio perfettamente pulito.
mettere un velo di ragù bianco sul fondo del piatto, appoggiarvi la prima sfoglia, aggiungere dell'altro ragù, coprire con un'ltra sfoglia, sfalzandola, e di nuovo il ragù. A finire il piatto, una spolverata di parmigiano e un ciuffetto di rosmarino.






Petto d'anatra, arancia e miele



1 petto d'anatra medio
1 arancia
1 cucchiaio abbondante di miele
olio,
sale e pepe
1 pizzico di finocchietto 


Spremere l'arancia, ma prima ricavarne la scorza, eliminare il più possibile l'albedo interno e ridurla a striscioline. Metterle in un pentolino con dell'acqua fredda e portare a ebollizione, lasciarle sobbollire qualche minuto, quindi scolarle e ripetere l'operazione un paio di volte. Scolarle e tenerle da parte.
Parare il petto e,  con un coltello molto affilato, fare delle incisioni leggere sulla pelle, senza tagliare la carne sottostante.
A padella fredda, mettere il petto con la pelle in basso, verso il fuoco.
Scaldandosi pian piano, farà uscire molto più grassso dalla pelle, rendendola ben croccate.
Lasciar dorare bene la pelle, quindi girare il petto e lasciarlo sigillare qualche minuto a calore forte.
Passare il petto in forno per 5 minuti, quindi toglierlo, eliminare il grasso che si sarà formato.
Spalmare il miele sulla pelle croccante, aggiungere il finocchietto,  il succo d'arancia e le scorze, salare e pepare  e rimettere in forno per altri 3 o 4 minuti.
Togliere dal forno, lasciar riposare il petto qualche minuto, quindi scalopparlo, nappandolo con il fondo all'arancia e le scorzette.








Ananas caramellato, tegola alle mandorle e gelato di vaniglia



per le tegole:


2 albumi
100 gr zucchero
20 gr farina
20 gr burro
80 gr mandorle a lamelle
1 cucchiaio raso di cacao
1 pizzico di sale


per l'ananas caramellato:

1 piccolo ananas fresco
3 cucchiai di zucchero
burro




Preparare le tegole:
Fondere il burro e lasciarlo intiepidire.
Sbattere gli albumi senza montarli, fino a che comincerà  a formarsi una schiuma bianca.
Unire a quel punto la farina e il burro, il cacao ed  infine le mandorle.
Su una placca foderata di carta forno, fare di piccoli mucchietti di composto, allargandoli leggermente e  appiattendoli  con le dita inumidite, e tenendoli ben distanziati fra loro, perchè si allargheranno parecchio.
Cuocere in forno giù caldo a 180° per circa 15 minuti, dipende dal forno. Sono pronte quando i bordi sono ben dorati.
Appena pronte, togliere la teglia dal forno e con un coppapasta  tondo,  il più grande,  copparli subito mentre sono ancora molto caldi, e con delicatezza togliere il cerchio ottenuto dalla teglia appoggiandolo su un piatto a raffreddare.


All'ultimo momento caramellare l'ananas.
Pulirlo e affettarlo  a fette regolari non troppo alte, pareggiare i bordi delle fette in base alla misura dei cerchi di tegola cotti in precedenza.
In una larga padella antiaderente, fondere il burro con lo zucchero, aggiungere le fette di ananas e farle cuocere con il caramello fino a che saranno ben scure.
Spolverare il piatto con lo zucchero a velo,  mettere il tondo di tegola nel centro, appoggiarvi sopra un paio di fettine di ananas, guarnire con il gelato alla vaniglia e una fogliolina di menta.




 Era contento, molto contento.

Buon compleanno amore mio!





 









15 commenti:

  1. Giuli....senza parole.
    Marito fortunato, famiglia fortunata.
    Io gli ho fatto comprare il gelato.
    Bacio
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e fortunati noi, ad averti per amica Fra.
      Un abbraccione.

      Elimina
  2. che meraviglia Giuliana, un mondo di auguri carissima a tuo marito <3

    RispondiElimina
  3. io festeggio entrambi perchè siete una cosa sola, raro da trovare un rapporto sereno come il vostro, auguri e complimenti per il menù, un abbraccio affettuoso !

    RispondiElimina
  4. E 'passato così tanto tempo da quando ho goduto fagiano. . . un sapore meraviglioso e selvaggio! Adoro pate ', e con il cognac migliorare il fagiano, questo deve essere veramente una ricetta più speciale, Chiara! Mi auguro che si sta facendo bene questo inverno. Siamo entusiasti di visitare Venezia, Roma e Modena nel maggio di quest'anno. Benedizioni e baci,
    Roz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Roz! Grazie! Sì l'inverno ci sta graziando, per ora.
      Sono contenta che veniate, starete bene!!

      Cari saluti.

      Elimina
  5. Strepitoso cara Giuliana! Tuo marito è molto fortunato! Tanti auguri a lui da parte mia e un grosso grosso abbraccio a te!

    RispondiElimina
  6. Un menù meraviglioso. Come sempre.

    RispondiElimina
  7. Un menù da 5 stelle! Complimenti e auguroni a tuo marito:)

    RispondiElimina
  8. Ghiottissima Cena !!!!!!!

    Complimenti !!!!

    Mi sono iscritta tra le tue lettrici !!!

    Se hai voglia di venire a vedere i miei blog eccoli !!! :)

    http://foodwineculture.blogspot.it/

    E questo e' di ricette per i bimbi !
    http://aboutcookingandmore.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Mi hai conquistato. Classe e arte... (lo splendido pizzicato di chitarra in sottofondo fa la differenza con gli altri centinaia di blog culinari)! Terry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Terry! E' un piacere conoscerti!

      Elimina