domenica 10 novembre 2013

il colore nel piatto


L'autunno non è una stagione che amo, mi mette troppa malinconia perchè so che l'inverno sta bussando alla porta...però ne apprezzo i colori dorati e caldi, le infinite sfumature di giallo e rosso che colorano i boschi e   le foglie, e che  si riproducono anche nei prodotti di stagione.  Già  arance e mandaranci occhieggiano dai banchi del fruttivendolo, per non parlare di cachi di ogni qualità,  di  uva dorata e dolcissima, e zucche, coloratissime zucche.
Invogliata da Bruna e i suoi gnocchi al Casera, ne ho cercata una che non fosse troppo dolce. La zucca non è fra gli  ortaggi che preferisco appunto per la sua dolcezza, che non amo affatto. Ma il mercato offre molte qualità di zucche dolci e meno dolci  fra cui cercare, e siccome chi cerca trova, io ho trovato la zucca Violina. Un nome che sembra il titolo di una fiaba da raccontare a Valerio....C'era una volta la zucca Violina....
E' una zucca  arancione allungata, con la buccia  rugosa, con una piccola pancia sul fondo, che ricorda infatti  la forma di un violino, ha una polpa soda con i semi solo  nella parte panciuta, e di un arancione molto carico, bellissimo!

Ecco come l'ho usata:


Spatzle alla zucca, crema di zucchine, coriandoli di pancetta e ricotta affumicata

per 4/5 persone

per gli spatzle:

1,500 kg zucca 
(una volta cotta e pulita, ne rimarranno circa 750 gr)
300 gr farina
2 uova
2 bei cucchiai di parmigiano
50/60 gr  latte
una grattatina di noce moscata
sale, pepe



per la crema di zucchine:
600 gr  zucchine
1 spicchio d'aglio
poco olio e poco burro
sale, pepe

 per condire:
150 gr pancetta dolce ridotta a piccoli pezzi
1 spicchio d'aglio
ricotta affumicata




tagliare la zucca, pulirla da semi e filamenti, ridurla a fette non troppo grosse.
Foderare una teglia da forno con della stagnola, allinearvi le fette di zucca, coprirle con dell'altra stagnola e cuocere in forno a 180° ventilato finchè è completamente morbida e cotta. A me ci sono voluti più di 40 minuti, ma credo dipenda sia dalla zucca che dalla misura delle fette.
Una volta  cotta, pulirla dalla buccia e passarla allo schiacciapatate o al passaverdura in modo da ottenere una crema. Raccoglierla in una casseruola o in un tegame e ripassare tutto sul fuoco, mescolando continuamente perchè non attacchi,  per farla asciugare ulteriormente.
Lasciar raffreddare.
Nel frattempo lavare, asciugare e tagliare a rondelle le zucchine, in una larga padella  scaldare un poco di olio e burro insieme a uno spicchio d'aglio, aggiungere le zucchine a rondelle e  portarle a cottura mescolando ogni tanto, ma avendo cura che non si scuriscano.
Ungere leggermente un piccolo padellino antiaderente e lasciarlo scaldare leggeremente sul fuoco, aggiungere i coriandoli di pancetta  e uno spicchio d'aglio intero, e lasciarli cuocere mescolando finchè cominciano a diventare croccanti. Togliere dal fuoco ed eliminare l'aglio e tenere in caldo.
Riprendere la zucca ormai fredda, aggiungere le uova, il parmigiano, la noce moscata e mescolare bene, unire poi pian piano la farina usando una frusta per non fare grumi, aggiungendo anche poco latte alla volta fino ad ottenere una crema abbastanza densa ma fluida, regolare di sale e pepe. Non bastasse la dose  di latte indicata, aggiungerne un goccio alla volta fino alla consistenza giusta. Deve poter  passare senza difficoltà  attraverso i fori dell'attrezzo da spatzle.
Lasciar riposare questo impasto per una mezzoretta in frigo.
Eliminare l'aglio dalle zucchine e frullarle a crema con il minipimer.
Preparare una pentola con acqua in ebollizione e riprendere l'impasto.
Preparare anche i piatti con un poco di crema di zucchine sul fondo.
Quando l'acqua bolle  salare, e , usando l'apposito attrezzo da spatzle, iniziare a versare l'impasto di zucca nel cursore muovendolo  a destra e sinistra in modo che l'impasto possa cadere nell'acqua bollente.
Quando  gli spatzle tornano a galla sono pronti, raccoglierli con la schiumarola, scolarli bene e versarli man mano nel piatto dove aspetta la crema di zucchine, aggiungere un poco di coriandoli di pancetta con un cucchiaio  del loro condimento, e una generosa grattugiata di ricotta affumicata.
E il piatto è servito! Un piatto coloratissimo, che mette allegria solo a guardarlo, perchè prima si mangia con gli occhi...





10 commenti:

  1. E' vero, l'arancione della zucca porta allegria sulla tavola e questo piatto celebra l'autunno nel modo piu' gustoso!

    RispondiElimina
  2. Che bel piatto Giuli! Ieri ho comperato anch'io una zucca Violina ( mi pare sia la Butternut o no ?) devo vedere cosa farci ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. grazie ragazze! Bru, non credo sia la Butternutt sa? Mi pare che la Butternutt sia tonda...

    RispondiElimina
  4. non amo la zucca ma tu cara Giuli sai sempre come incantarmi! un bacione e buona settimana...

    RispondiElimina
  5. Invitante!Sei sempre al top,Giuli!

    RispondiElimina
  6. Questa ricetta è bellissima da vedere e mi ha messo una fame!!!!

    RispondiElimina
  7. Mmmmm che invitanti, da copiare subito.
    Anche io la scorsa settimana ho fatto gli spatzle alla zucca e li ho conditi semplicemente con un fondutina di taleggio e speck croccante.......la zucca mi piace, ma devo sempre stemperarla con ingredienti saporiti o piccantini per contrastare il dolce.
    Bacioni
    manu/pap

    RispondiElimina
  8. Chissà che bontà questo piatto! Peccato che mi manchi l'attrezzo per fare gli spatzle....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Sono spettacolari!!! non ci sono parole ...

    RispondiElimina