lunedì 26 novembre 2012

zucca barucca

non ho mai avuto propensione per la zucca, non è fra le verdure che amo, anzi.
Mia madre invece la adorava e  la  usava tantissimo quando era stagione..... faceva il risotto,  oppure la minestra sempre con il riso, non conosceva altri usi,  o forse quelli erano i suoi piatti preferiti con la zucca....di ravioli neanche parlarne, gnocchi men che meno....
io,  quando vedevo tutto quell'arancione così denso nel piatto,   sarei scappata a gambe levate piuttosto che mangiarla, ma mi toccava.  O mangi questa minestra, o salti dalla finestra....è sempre stato il motto di mia madre.
Ed era una fatica mandarla giù, con quel suo sapore dolciastro e la consistenza farinosa.
No, la zucca non mi piaceva proprio e ha continuato a non piacermi per molto molto tempo. Retaggio del rigore di mia madre? Può darsi, ma è che non amo questo sapore dolciastro, così come non amo barbabietiole e carote cotte....
Però, però.....con l'età e con la curiosità che ti spinge a provare nuovi sapori,  un po' si cambiano i gusti.
Il mio, sulla zucca, non è cambiato molto, ma appena appena un poco sì, il tanto che basta per   farmi apprezzare una vellutata che ho assaggiato al ristorante Amaltea, il cui chef,  Gabriele Faggionato, un giovane  di cui sentirete sicuramente parlare in futuro,  ha una grande conoscenza delle spezie e del loro uso, e ti tira fuori dal suo cappello da chef sapori inaspettati che a volte ti lasciano senza parole dalla sorpresa...come questa vellutata appunto, che mette allegria solo a vederla, tanto è solare...perfetta per questo novembre così grigio.
Potevo non cercare di rifarla? Ho però aggiunto qualcosa di mio, giusto per farne un piatto che possa andare sia come antipasto che come intermezzo leggero...




Vellutata di zucca e sedano rapa,  spuma di burrata,  chips di gamberi e topinambur


per due/tre persone

1 piccola burrata
500gr zucca (pesata pulita da scorza, semi e filamenti)
300 gr sedano rapa, pesato pulito
brodo vegetale q.b.
1 cipolla bionda
2 scalogni
2 topinambur
5 o 6 code di gambero
origano fresco
mezzo  cucchiaino  di curry rosso
sale, pepe bianco, olio e.v.

tagliare la zucca a pezzettini, pulire dalla scorza il sedano rapa e tagliare anch'esso a pezzetti.
In un tegame far appassire la cipolla bionda tritata insieme a un goccio d'olio, unire la zucca, lasciar insaporire,  regolare di sale e pepe bianco, quindi coprire completamente con del brodo vegetale, mettere il coperchio  e lasciar cuocere a fuoco dolce. A cottura ultimata aggiungere il mezzo cucchiaino di curry rosso e  mescolare bene .
In un'altro tegame far appassire gli scalogni finemente tritati insieme ai pezzetti di sedano rapa, mescolare e lasciar insaporire bene, quindi coprire completamente di brodo anch'essi e lasciar cuocere pian piano.
Nel frattempo, pulire le code di gambero, tagliare ognuna  longitudinalmente  in tre sottili fettine,
Raschiare e spazzolare bene sotto l'acqua corrente  il topinambur, e ridurlo a trasparenti  chips con la mandolina.
Una volta cotti sia la zucca che  il sedano rapa, passare entrambi al minipimer, ottenendo una crema molto liscia e lenta, brodosa  il tanto che basta a fare una vellutata. Tenere in caldo.
Frullare nel frullatore la burrata a pezzetti, io ho usato il Bimby,  fino ad ottenerne una crema  soffice e spumosa. Trasferirla in una ciotola, regolare di sale e pepe bianco e aggiungere delle foglioline di origano fresco.
Foderare di carta forno un paio di larghe teglie, meglio se di quelle forate.
Allineare su una  le fettine sottili di gamberi e  sull'altra le chips di topinambur, ben distanziate.
Cuocere in forno ventilato già caldo a 200° per qualche minuto.
Versare nei piatti la vellutata di zucca, nel centro aggiungere uno sbaffo di quella di sedano rapa, formare una quenelle con la spuma di burrata e decorare con le chips di topinambur e quelle di gamberi.
Colorare con qualche fogliolina di alloro.


 ci è piaciuta parecchio, forse anche merito della zucca non troppo dolce e del sedano rapa che ha sicuramente smorzato il dolciastro.

spero che piaccia anche a voi..





7 commenti:

  1. Che meraviglia Giuly :*

    RispondiElimina
  2. Cosa vedono i miei occhi?? E' semplicemente meravigliosa e poi hai messo anche il sedano rapa che io adoro...

    RispondiElimina
  3. anche io odio da sempre la zucca ma mi fido del tuo giudizio e assaggerei questa zuppa....Un bacione e buona settimana..

    RispondiElimina
  4. wooowwwwwwww.... a me la zucca piace tanto e questo è un piatto da sbelio!!!!
    Grazie bravissima Giuli!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Mi piace moltissimo questa vellutata! Prossimamente copia sulla mia tavola!!! Scopro ora che siamo omonime!!! Giuli

    RispondiElimina
  6. Io la adoro e mi piace molto con il pesce. Buonissima la tua!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Giuliana!!! Che piacere conoscerti! Grazie di essere passata da me, ti seguirò anch'io con molto piacere!!!
    Io, invece, la zucca l'adoro...in qualsiasi modo, e questa vellutata dev'essere buonissima! Mi spiace solo che non posso mangiare i gamberi:(
    Buona serata
    Simo

    RispondiElimina