domenica 5 febbraio 2012

tempo di neve, tempo di zuppe

Con questo freddo che imperversa, cosa c'è di meglio di una bella minestra, o di una zuppa calda?

Questa l'ho scoperta da poco, è una ricetta di Elena Collini, gran donna e gran cuoca, ogni sua ricetta è una garanzia.
Un piatto abbastanza tradizionale,  sapore deciso e, per me che amo i ceci, squisito.  Perfetto da preparare con questo tempo da lupi, riempie e scalda fino al midollo... Il giorno dopo poi, ancora più buono.... E' un piatto veramente robusto e ricco, di quelli delle nonne, di quelli che per prepararli  ci vuole  tempo e pazienza  perchè devono pippiare dolcemente sul fuoco profumando tutta la casa...





Zuppa di ceci e costine di maiale

150 gr di ceci secchi (a persona)
2 grosse patate, o più, dipende da quanta zuppa si vuole fare
1 pezzetto di cotenna di maiale
poca  pancetta affumicata tagliata a  dadini
costine di maiale, calcolarne tre a testa, o più, secondo la fame e il gusto..
1 carota
1 costola di sedano
1 bella cipolla
burro abbondante
salvia abbondante
sale, pepe nero


Mettere a bagno i ceci per una notte, con un cucchiaino  di bicarbonato a kilo. Il giorno dopo sciacquarli molto molto bene.
Raschiare bene e strinare la cotenna per eliminare eventuali peli e setole residue, tagliarla a pezzetti.
Preparare un trito abbondante di sedano, carota, cipolla.  Ridurre a dadini la pancetta affumicata.
In una capace pentola,  far stufare il trito con un goccio d'olio e una noce di burro insieme alla pancetta affumicata, aggiungere i ceci, mescolare per farli insaporire un po', quindi coprirli d'acqua bollente, aggiungere anche le patate intere, regolare di sale e di pepe  e lasciar cuocere dolcemente a fuoco bassissimo per un paio d'ore. Trascorso questo tempo,  schiacciare le patate ormai cotte, aggiungere la cotenna e le costine, e continuare la cottura per un'altra ora e mezza.
Volendo, si possono scottare in acqua bollente sia le costine che la cotenna, conservando la loro acqua di cottura che servirà ad allungare la zuppa  in caso si riducesse troppo cuocendo.
Una volta pronta la minestra,   la carne delle costine sarà morbidissima, quasi sfatta e si staccherà dalle ossa... far fondere il burro insieme alla salvia, lasciandolo friggere un pochino, quindi unire il tutto alla zuppa, profumare  con una bella macinata di pepe nero,  mescolare e servire fumante...











9 commenti:

  1. Come è invitante questa zuppa!! Deve essere proprio squisita!

    RispondiElimina
  2. mmm...dev'essere buonissima!!!

    RispondiElimina
  3. che delizia! però ha troppi ingredienti che non posso mangiare :-( Ne hai una di riserva senza legumi, grasso e burro? si che ce l'hai :-) tirala fuori, speciale per una disastrata come me
    baci
    fabi

    RispondiElimina
  4. Anche io amo i ceci per cui...te la copio, piacerà di certo anche a mio figlio! buona settimana....

    RispondiElimina
  5. Grande!!!Deve essere favolosa!!!!

    RispondiElimina
  6. Buonissima, di quelle zuppe per le quali lascerei tutti i dolci delle pasticcerie ^___^
    Mandi

    RispondiElimina
  7. Ed io avevo fave!!!! Quanti ricordi ho io con le zuppe di ceci....Mia madre avrebbe gradito come non mai il tuo piatto...

    RispondiElimina
  8. Ha l'aria di essere favolosa! Con queste temperature poi....
    Grazie per la ricetta Giuliana, la provo sicuramente!

    RispondiElimina
  9. Veramente deliziosa, amo i legumi, ed in particolare i ceci!
    Da provare! ;-))

    RispondiElimina