martedì 4 agosto 2015

non sempre

 quello che appare al primo sguardo corrisponde al vero.
Nelle cose della vita così come con le persone, anche in cucina può capitare.
Come in questo caso.  Ho voluto sperimentare una ricetta del mio ristorante preferito, la Kuccagna, che mi aveva incuriosito  già dagli ingredienti ma che mi aveva lasciata un poco titubante, finchè mi son decisa ad assaggiarla. Ecco, quanto mai non l'ho fatto prima! Mi ha sorpreso e piacevolmente stupito.
Da quando l'ho assaggiata  mi son ripromessa di  di farla e finalmemte ci sono riuscita.



Parmigiana di melanzane e pere



per due persone

1 grossa melanzana viola
2 nodini di mozzarella
2 pere Guyot (o altre dalla polpa asciutta)
parmigiano reggiano q.b.
poca farina
olio, sale
qualche foglia di basilico

per il sugo di pomodoro:
2 spicchi d'aglio
5 o 6 grosse foglie di basilico
1 scatola di pelati
olio, sale


Scegliete  lo stampo o la pirofila dove cuocere la parmigiana. Lavate, asciugate e tagliate le melanzane in funzione degli stampi. Io avevo delle pirofiline ovali  monoporzione e ho tagliato la melanzana a fette rotonde. Le più grosse, centrali,  le ho divise a metà e poi sovrapposte leggermente mentre le sistemavo nelle pirofiline.
Passate le fette di melanzana nella farina e friggetele in olio d'oliva ben caldo. Scolatele man mano su un foglio di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e tenete da parte.
Tagliate a pezzetti anche i nodini di mozzarella e metteteli in un colino a sgocciolare il loro siero.
Preparate il sugo di pomodoro. Passate i pelati al passaverdure, oppure tritateli e rimescolateli con la loro parte più liquida.
 In una larga padella laasciate imbiondire l'aglio in un goccio d'olio,  aggiungete i pomodori passati e lasciate sfrigolare qualche istante, dopodichè mescolate bene, lasciate insaporire, aggiungete sale e un filo d'acqua, le foglie di basilico e portate a cottura. Dovrà essere un normale sugo di pomodoro, non troppo lento.
Sbucciate le pere, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine per il lungo. Mettete tutto in un piatto.
Ora si possono comporre le pirofiline di parmigiana.
Sul fondo fate un leggero strato di sugo, appoggiatevi sopra  una fetta di melanzana, se sono divise a metà, sovrapponetele leggermente, spalmateci sopra dell'altro sugo, una spolverata di parmigiano,  una foglia di basilico spezzettata con le mani, qualche pezzetto, non troppi, di mozzarella e finite con uno strato di fettine di pera, poi ricominciate con le melanzane, il sugo, il parmigiano,  la mozzarella,  le pere, fino a completare lo stampo o la pirofila. Ricordatevi di terminare gli strati con le melanzane, un poco di sugo e una generosa spolverata di parmigiano.

Mettete in forno a 180° finchè sono ben gratinate in superficie.





Un piatto unico, un antipasto, quello che volete. Ma che si fa in un attimo davvero.
E poi gustoso e allo stesso tempo delicato. La pera si fonde con le melanzane e smorza il loro sapore deciso e leggermente piccante. Un must della Kuccagna che di questa stagione  non viene  mai tolto dal menù da quanto è richiesta.

A noi è piaciuta molto già al primo assaggio. Stavolta, ne avessi avuta davanti una teglia intera, credo che avrei fatto fatica a non finirla tutta...
Al ristorante le pere vengono fritte, impastellate come le melanzane, io andavo di fretta (mi son messa a cucinare che erano passate le 19 da un bel po', e le ho messe tal quali, e intorno alle 20 eravamo già a tavola.

Non fermatevi a pensare come ci stanno le pere con le melanzane. Ci stanno benissimo, fidatevi.




4 commenti:

  1. Ciao, davvero simpatico l' abbinamento melanzane pere! Non riesco ad immaginarne il sapore, ma mi incuriosisce molto. Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  2. Finalmente sono riuscita a fare questo piatto. È in forno

    RispondiElimina
  3. Che buone, le abbiamo assaggiate quella sera, ancora me le ricordo.
    Ciao bella Giuly
    Manu/Pap

    RispondiElimina
  4. La devo proprio fare! E' il genere di cose che mi conquista!

    RispondiElimina