giovedì 9 maggio 2013

metti una sera a cena..

una di quelle sere in cui ti arriva un ospite inaspettato, e tu naturalmente non hai fatto la spesa.
Che fai? Apri il frigorifero, fai l'inventario di quello che passa il convento, ci pensi un attimo e poi improvvisi incrociando le dita...
Allora, cosa passa questo benedetto convento per  farmi imbastire una cena e per confermare il fatto che so cucinare?
Un filetto di maiale che  giace da un paio di giorni  in attesa della pentola, affettati vari,  qualche formaggio già iniziato, nel cassetto della verdura le ultime due arance, delle patate, una busta di insalata e stop.....
Guardo in dispensa, perché la prima scelta era di farlo con le prugne secche, di cui cerco di avere sempre in casa un pacchetto per quando viene la mia mamma. Le piacciono  cotte con le mele.
Niente prugne, accidenti.....però, però.....in compenso mi capitano in mano delle albicocche secche che avevo comprato per metterle in Cognac e naturalmente non ho ancora avuto il tempo di farlo...
La lampadina si accende e allora vado veloce, l'ospite è in salotto col consorte che lo intrattiene mentre si scolano un Campari  con due olive nell'attesa...



Filetto di maiale con albicocche e arancia


1 filetto di maiale intero
5 o 6 albicocche disidratate
5 o 6 fette di pancetta liscia
1 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d'aglio
il succo di una arancia
mezza arancia tagliata a spicchietti
rosmarino
poco finocchietto selvatico
sale, pepe
olio e.v.


per accompagnare:

patate
abbondante rosmarino
1 spicchio d'aglio
poca scorza d'arancia


Parare bene il filetto eliminando eventuale grasso in eccesso.
Con un coltello affilato fare un taglio longitudinale, ma senza arrivare fino in fondo. Creare solamente  una apertura.
Salare e pepare l'interno, spargere degli aghi di rosmarino. Avvolgere ogni albicocca in una fettina di pancetta e posizionarla a farcire la  carne in modo da ottenere una fila lunga tanto quanto il taglio effettuato.
Ora, legare strettamente   il filetto per ricomporlo.
In una casseruola, magari antiaderente, scaldare un goccio d'olio quindi rosolare a fuoco vivo il filetto in modo che si rosoli bene da tutte le parti, regolare di sale e pepe, aggiungere lo spicchio d'aglio e il rosmarino e il finocchietto, che col maiale ci sta benissimo, anche col pollo devo dire....
Una volta ben dorato il filetto sfumare con il vino, e quando è ben evaporato, aggiungere il succo della arancia e un paio di spicchi  della mezza arancia, con tutta la scorza.
Coprire la casseruola e lasciar cuocere per circa 20 minuti mezz'ora al massimo, il filetto non deve essere troppo cotto altrimenti resta stoppaccioso.

Nel frattempo pelare le patate, tagliarle a tocchetti e rosolarle a fuoco vivo con un goccio d'olio, questo passaggio lo faccio quando non ho molto tempo. Così, rosolandole prima per qualche minuto, in forno ci mettono meno tempo a cuocere.
Cospargerle con un trito abbondante di rosmarino e aglio e pochissima scorza d'arancia. Regolare di sale,  mescolare bene e mettere in forno a 200° finchè sono ben dorate.


Bene, di là stanno ancora chiacchierando quando io sono quasi pronta a mettere in tavola, e allora....apparecchiamo???


15 commenti:

  1. Cosa dire ? io non ti conosco...ma ti adoro!
    Adoro le tue ricette ,tutte indistintamente , la semplicità delle spiegazioni e il risultato sempre straordinario.Questo lo faccio sabato sera! Mercì
    Franci 54.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Franci! Sei molto cara...

      Elimina
  2. Giuli, che idea fantastica mi hai dato! Mi piace troppo. Ma io ho un problema, mi fa sempre l'impressione che la carne con l'aggiunta del succo d'arancia viene amara. Lo so, non è così, me l'avevi già detto.
    Chissà lo provo per domenica perché avevo già l'intenzione di fare dei filetti di maiale che fra l'altro ho pure ordinato dal macellaio. Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Any, vai tranquilla, se lo usi senza esagerare vedrai che non succede..
      Mi raccomando la cottura, che è fondamentale per non rovinare la carne.

      Un bacio speciale e buon fine settimana a te!

      Elimina
  3. Giuliana cara, non hai assolutamente bisogno di conferme sul fatto che sai cucinare... Questo filetto te lo copio al volo... Ma le albicochhe al cognac come le prepari? Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Daniela, le albicocche al Cognac....
      le metto a strati nei vasetti da mezzo litro, premendo un po' ma non troppo.
      Qualche scorza di limone, un piccolo pezzetto di cannella, se ti piace il cardamomo va bene anche quello, sempre poco però, deve essere solo un profumo.
      Poi faccio uno sciroppo di zucchero 1:1 cioè tanta acqua, tanto zucchero,per esempio 100 gr zucchero, 100 gr acqua.
      Metto poi lo sciroppo caldo dentro i vasetti con le albicocche in modo che arrivi solo fino alla metà, quindi verso del buon Cognac fino a coprire bene le albicocche, avvito strettamente il tappo e òascio un paio di mesi in cantina al fresco e al buio. Poi son pronte.

      Elimina
  4. fantastica, solo tu puoi improvvisare un piatto del genere

    RispondiElimina
  5. Accipicchia!!!
    Complimenti!Un piatto davvero particolare!

    RispondiElimina
  6. Fatto! STRE-PI-TO-SO, punto !
    Grazie ,come al solito . Franci 54

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie Franci, son contenta che vi sia piaciuto...

      Elimina
  7. Che bel modo di preparare la carne di maiale! Molto francese questo gusto, adoro <3 A casa mia non sappiamo mai come variarla questa carne, quindi me la segno:)
    A presto Giuliana!

    RispondiElimina
  8. ... visto, copiato, servito... molto apprezzato ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie! Felice che sia piaciuto!

      Elimina