martedì 19 giugno 2012

il polpo a colori

ora che è arrivato questo caldo passa la voglia di mettersi ai fornelli.
Casa mia è un forno malgrado il sole picchi solo fino al primo pomeriggio, i muri restano roventi nonostante le tende da sole abbassate...
In questi periodi rimpiango la campagna, dove fa caldo sì, ma la sera ci vuole il maglioncino leggero e si dorme senza problemi...
Non soffro particolarmente il caldo, quasi lo preferisco  al freddo dell'inverno, ma ciò non toglie che mi passi la voglia di stare ai fornelli...allora cerco di fare cose veloci,  con cotture brevi e il più possibile sane, ma che allo stesso tempo siano fresche e stuzzicanti.
Ieri mi sono fermata davanti alla pescheria  dell'Alta Sfera, una specie di market all'ingrosso qui vicino, dove il pesce è sempre uno spettacolo. Ogni volta, guardando tutto quel ben di Dio esposto, mi si accendono mille lampadine... ieri però, pensando al caldo,  lo sguardo mi è scivolato su un bellissimo polpo...
poco lavoro e ottima resa ho pensato, e poi  a noi il polpo piace tantissimo. Ma come cucinarlo  stavolta? Ormai ho sfoderato tutto il repertorio...così, una volta a casa ho aperto il frigorifero e....

il risultato è questo...


Polpo a colori



1 bel polpo, possibilmente non decongelato
1 mango di medie dimensioni, non troppo maturo
350 gr fagiolini verdi
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio e mezzo d'aglio,
1 foglia di alloro
1 bicchiere di vino bianco
1 carota
1 costola di sedano
sale, pepe, 
olio e.v. di ottima qualità.
poco aceto bianco



Lavare bene il polpo, eviscerarlo se non lo è già.
In una capace pentola mettere il polpo, la carota pulita, la costola di sedano, una foglia di alloro, uno spicchio d'aglio, poco sale, e coprire il tutto con acqua fredda, aggiungendo il bicchiere di vino bianco.
Portare a ebollizione pian piano e cuocere il polpo finchè è morbido.
Lasciarlo intiepidire nella sua acqua di cottura.
Nel frattempo mondare e lavare i fagiolini, cuocerli in acqua salata fino a che sono ancora  un poco croccanti.
Scolarli e tuffarli velocemente in acqua fredda, scolarli, asciugarli il più possibile,  tagliarli a pezzetti irregolari e tenere da parte.

Pulire il polpo da ventose e pelle in eccesso, tagliarlo a pezzetti anch'essi abbastanza irregolari mettendoli man mano in una ciotola.

Sbucciare il mango e con la mandolina ricavarne qualche fetta sottile che servirà anche da decorazione, tenerle da parte in frigorifero coperte da pellicola,  e tagliare il resto a pezzetti.
Riunire a questo punto fagiolini e mango a pezzetti nella ciotola del polpo.
Tritare finemente un ciuffetto di prezzemolo insieme a mezzo spicchio d'aglio.
Versare il trito nella ciotola, condire con il sale, il pepe, l'olio e una spruzzata leggera, proprio un' idea di aceto bianco, mescolare molto bene  e lasciar riposare in frigorifero per un po' di tempo. Io l'ho lasciato circa mezz'ora, più o meno..
Al momento di andare a tavola, mettere i petali di mango sul piatto a mo' di corolla, appoggiarvi sopra il polpo e via...

ottimo, davvero ottimo. Mi è piaciuto moltissimo il contrasto  fra il mango e tutto il resto...
può essere un antipasto come un secondo,  perfetto per queste sere di calura...

provate!


10 commenti:

  1. polpo e mango, che accostamento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provalo Fran, è ottimo!

      Elimina
    2. me lo segno sicuro per tempi migliori, qui in Alsazia polpo e mango sono rari. Un altro abbinamento segnato è polpo e rosso d'uovo, inimmaginabile quanto stiano bene.

      Elimina
  2. come mi piace il pesce con il mango!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Artè! E' stata una intuizione indovinata davvero, mi è piaciuto moltissimo..

      Elimina
  3. ciao!!! Ho sentito tanto parlare del tuo blog che ho voluto farti una visita!!! Hanno ben ragione di parlarne e di parlarne bene. Le tue ricette sono un invito alla convivialità. Mi piacciono molto, tutte!!!! Ben lieta di unirmi ai tuoi lettori! A presto Marina

    RispondiElimina
  4. Giuli...sob. Sob. Non mangerai da me un polpo cosi buono...Sob

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà anche migliore Pin, lo so in partenza...
      avrà tutto il sapore del tuo mare e conoscerà l'abilità delle tue mani...

      Elimina
  5. ma..giuliana: polpo e mango da dove è venuto fuori???
    mi ispira assai da provare, oh sisisi..
    complimenti per la fantasia!!

    RispondiElimina